Home

 

fondo pmi 

Chi siamo

CONFIDI IMPRESE TOSCANE nasce nel 1969 come Confidi Firenze e dal 1993 estende l'operatività all'intera Regione Toscana. Nel 2006, a seguito della fusione per incorporazione con COFIR Confidi Apindustria Toscana ... Leggi tutto...

Le nostre convenzioni

Le aziende socie possono richiedere al Confidi una consulenza mirata nella scelta delle migliori fonti di finanziamento in linea con le esigenze dell'impresa in collaborazione con gli Istituti di Credito Convenzionati. Leggi tutto...

Entra in Confidi

Il Confidi, costituito oggi sotto forma di società cooperativa, è aperto a tutte le piccole e medie imprese di tutto il territorio nazionale. . Leggi tutto...

Richiedi la garanzia

I moduli per la richiesta di garanzia. Leggi tutto...

INFORMAZIONI PER SOCI E CLIENTI

In linea con le disposizioni di protezione per il contenimento e la gestione dell’emergenza sanitaria da COVID-19, Confidi Centro ha adottato, per molti dei propri dipendenti, modalità di lavoro “smart”, assicurando la continuità aziendale.
Si invita a contattare la nostra struttura ricorrendo in via privilegiata al canale telematico. Indichiamo gli indirizzi email di riferimento:
Segreteria generale: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Area commerciale: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - cell. 347 6142120
Area fidi: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Area amministrazione: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Le sedi di Firenze e di Terni di Confidi Centro sono comunque aperte al pubblico tutti i giorni dal lunedi al venerdì dalle 9 alle 17 previo appuntamento telefonico (055/2707345).
Per tutelare la salute dei clienti e del personale:
• è consentita la permanenza all’interno degli uffici solo ed esclusivamente per il tempo strettamente necessario allo scopo dell’appuntamento
• è necessario osservare la distanza sociale di almeno 1 metro o maggiore in base alle ordinanze Regionali
• è obbligatorio per la clientela l’uso della mascherina

LE MISURE ECONOMICHE ADOTTATE DAL GOVERNO

Decreto Legge n.18 del 17 marzo 2020 “Cura Italia”
L'art 56 prevede per le piccole e medie imprese colpite dall’epidemia di COVID-19, la possibilità di richiedere le seguenti misure di sostegno:
• per le aperture di credito a revoca e i prestiti accordati a fronte di anticipi su crediti in essere al 29 febbraio 2020, o alla data di pubblicazione del decreto (17 marzo 2020), o in data posteriore, non possono essere revocati in tutto o in  parte, fino al 30 settembre 2020;

• per i prestiti non rateali, con scadenza entro il 30 settembre 2020, sono prorogati i contratti e i rispettivi elementi accessori fino al 30 settembre 2020, alle condizioni già pattuite;

• per i mutui e gli altri finanziamenti a rimborso rateale, anche perfezionati tramite il rilascio di cambiali agrarie, il pagamento delle rate o dei canoni di leasing in scadenza prima del 30 settembre 2020 è sospeso fino al 30 settembre  2020. Il piano di rimborso delle rate o dei canoni oggetto di sospensione è dilazionato, insieme agli elementi accessori, senza maggiori oneri.
E’ prevista la possibilità di richiedere la sospensione dell’intera rata (quota capitale e quota interessi) oppure della sola quota capitale, senza l’applicazione di nuovi oneri. In entrambi i casi, sulle sole quote capitale delle rate sospese è prevista la maturazione di interessi che saranno calcolati allo stesso tasso contrattuale.

Per richiedere tali misure le imprese dovranno rivolgersi al proprio istituto di credito.

Decreto Legge Liquidità n. 23 dell’8 aprile 2020 (in vigore dal 9 aprile 2020)
Introduce misure urgenti per favorire l’accesso al credito di imprese, lavoratori autonomi, professionisti. Il Decreto amplia inoltre la possibilità di utilizzo delle garanzie concesse dallo Stato tramite Sace e Fondo Centrale di Garanzia.

La garanzia SACE è associata a un finanziamento bancario – sia di liquidità a breve termine che per finanziare investimenti - ed è rivolta alle grandi imprese o alle PMI che avessero già esaurito i massimali di intervento previsti sul Fondo Centrale di Garanzia.

La garanzia del Fondo Centrale di Garanzia è riservata alle imprese con un numero di dipendenti non superiore a 499 fino ad un importo massimo garantito di 5 milioni per impresa.
Con riferimento alle operazioni finanziarie con durata massima 72 mesi il decreto prevede:

garanzia al 100% per i nuovi finanziamenti fino a 25.000 euro, e comunque non oltre il limite massimo del 25% del fatturato, concessi alle sole PMI senza valutazione del merito di credito (le banche potranno erogare i prestiti anche prima della delibera del Fondo Centrale). 
Allegato 4 bis – Modulo Richiesta agevolazione soggetto beneficiario finale, di cui alla sezione Modulistica del Fondo di garanzia.

garanzia al 100% di cui 90% a carico del Fondo Centrale e 10% a carico di un Confidi per finanziamenti fino a 800.000 concessi alle imprese con un fatturato fino a 3,2 milioni di euro nel limite massimo del 25% del fatturato stesso
Allegato 4 - Garanzia diretta - Modulo richiesta agevolazione soggetto beneficiario finale, di cui alla sezione Modulistica Fondo di Garanzia;

garanzia al 90% pubblica o privata (quest’ultima equiparata alla pubblica per effetto della riassicurazione) sulle linee di credito concedibili dagli Istituti di credito  
Allegato 4 - Garanzia diretta - Modulo richiesta agevolazione soggetto beneficiario finale, di cui alla sezione Modulistica Fondo di Garanzia;
Allegato 4 - Riassicurazione - Modulo Richiesta agevolazione soggetto beneficiario finale, di cui alla sezione Modulistica Fondo di Garanzia

Per accedere ai finanziamenti è necessario essere iscritti al Registro delle Imprese oppure, se professionista, essere iscritti agli ordini professionali o essere aderenti ad associazioni professionali iscritte all'apposito elenco del Ministero dello Sviluppo Economico.

La garanzia coperta da Fondo di Garanzia è a titolo gratuito come previsto dal Decreto Liquidità per le garanzie concesse entro il 31.12.2020.

 DOMANDE E RISPOSTE SULLE MISURE ECONOMICHE COVID-19

Di seguito è possibile consultare le risposte predisposte dal Ministero dell'Economia e delle Finanze alle domande più frequenti sui provvedimenti economici previsti dal Governo per contrastare l’emergenza causata dall’epidemia COVID-19.

VAI ALLE FAQ DEL MINISTERO

LINK UTILI


Nuove regole del FCG valevoli fino al 31 dicembre 2020

• Foglio Informativo COVID 90 - Trasparenza

• Foglio Informativo COVID 100 - Trasparenza

  ISTITUTI CONVENZIONATI
  BANCA INTESA SAN PAOLO  UBI BANCA
 CASSA DI RISPARMIO DI VOLTERRA
  BANCA CAMBIANO 1884 SPA  BPER BANCA
 CASSA DI RISPARMIO DI ORVIETO
  CREDIT AGRICOLE ITALIA  BCC CREDITO COOPERATIVO
 BANCO DESIO E BRIANZA
  UNICREDIT SPA  DEUTSCHE BANK SPA
 BCC SPELLO E BETTONA
  MONTE DEI PASCHI DI SIENA  BCC UMBRIA   

Indirizzo: Ufficio Reclami Confidi Imprese Toscane Soc.Coop. - Via Valfonda, 9 50123 - FIRENZE

Indirizzo e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

n. fax: 055/281615

Responsabile: Dr.ssa Maria Paola Simi

Sito ABF: http//www.arbitrobancariofinanziario.it

Guida ABF

Attachments:
Download this file (Codice Etico.pdf)Codice Etico.pdf[ ]238 kB

TITOLI NEWS

NUOVO PRODOTTO "GARANZIA MISE"

E’ disponibile il nuovo prodotto a valere sul Fondo Rischi MISE costituito con risorse pubbliche “Legge 147/2013”(Legge di stabilità 2014) per la concessione di nuove garanzie in favore delle PMI associate.
Le caratteristiche dell’operazione sono riportate nella scheda prodotto di seguito allegata.
 
 

“GUIDA SEMPLICE ALLE NUOVE REGOLE EUROPEE IN MATERIA DI DEFAULT”

Confindustria, ABI e le altre principali Associazioni di rappresentanza delle imprese firmatarie dell'Accordo per il credito 2019 hanno definito una guida sulle nuove regole europee in materia di definizione di default, che le banche potranno iniziare ad applicare a partire dal prossimo mese di giugno e comunque entro il termine del 1 gennaio 2021. 

Considerata l’importanza dell’oggetto invitiamo i soci a prenderne visione.

“GUIDA SEMPLICE ALLE NUOVE REGOLE EUROPEE IN MATERIA DI DEFAULT”

EMERGENZA SANITARIA COVID-19

In linea con le disposizioni di protezione per il contenimento e la gestione dell’emergenza sanitaria da COVID-19, Confidi Centro ha adottato, per molti dei propri dipendenti modalità di lavoro “smart”, assicurando la continuità aziendale.
Si invita a contattare la nostra struttura ricorrendo al canale telematico. Indichiamo gli indirizzi email di riferimento:
Segreteria generale: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Area commerciale: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Area fidi: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Area amministrazione: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Area commerciale contattabile anche telefonicamente Dr. PAOLO BAGNAI cell. 347 6142120

federconfidi

retefidi

confindustriatoscana

confidiumbria

umbriainnova

SEDE DIREZIONE GENERALE
Palazzo Gualfonda c/o Confindustria Firenze
Via Valfonda, 9 Firenze 
P.I. 01180550483
Tel. 055 27071 - 055 2707345 - Fax 055 281615

linkedin

SEDE TERRITORIALE REGIONE UMBRIA
Via Adriano Garofoli, 13 -15
05100 - Terni - Italia
Tel. 0744 443422
Referente per la Regione Umbria: Dr. Paolo Remigi